Ottobre e roadrunning: eppure qualcosa si muove.


 Nonostante il COVID qualcosa di corsa su strada si muove , e ad Ottobre sicuramente il mondo del roadrunning sara'indiscusso protagonista della scena mondiale.

Il 4 Ottobre sara' il giorno di una specialissima edizione della LondonMarathon, solo per elite e con un circuito speciale in centro  dove i campioni invitati si sfideranno in una maratona particolare.

Parlare di favoriti e'd'obbligo citare come protagonisti assoluti le leggende Eliud Kipchoge e Kenenisa Bekele forti dei loro storici personali di 2h01.39 WR e 2h01.41. Come sempre trapelano poche news sui lavori svolti e sulla condizione:Eliud ha tutto il suo schema di preparazione ormai consolidato con i suoi fedelissimi ,mentre Kenenisa ..come dice qualcuno.. se sta bene ed e'libero da infortuni siamo gia'al 75% del lavoro svolto. Nei prossimi giorni cerchero' di scoprire alcuni dettagli in piu' sullo stato di forma dei due campioni.

Sulla loro rivalita'dopo una lunga carriera di entrambi su pista e strada vi segnalo questo POST.

Affrontero'successivamente il parterre degli altri avversari (che nel frattempo potete leggere Qui ) e per ora  mi soffermo solamente sui nomi delle lepri del primo gruppo gia'rese note : Nathan Kipkemboi , Victor Chumo e Erick Kiptanui.  Conosco il valore di tutti e tre (l ultimo ha 58.42 sulla mezza e 2h05 sui 42 se ben ricordo ) :penso sia una soluzione importante che dimostri come vogliano correre veramente forte. Visto il percorso non mi stupirei chiedessero un passaggio in meno di 61.00 alla mezza.

Dopo i risultati pazzeschi ottenuti dai due big alla BerlinMarathon , lo scontro tra i titani accendera' gli entusiasmi di tutti noi tifosi. Sotto i 2h02? 2h01 basso ? sotto i 2h01?  ..vedremo,sara'sicuramente spettacolo unico ed eccezionale.

Gara stellare anche quella femminile di cui trovate qui il campo partenti  incredibile.

Ricordiamo che gli atleti britannici saranno leprati da Sir Mo Farah: una soluzione che mi lascia perplesso ma aspettiamo giorno gara prima di emettere affrettate sentenze.

Al via anche l'azzurro Daniele Meucci a cui va sin da ora il nostro in bocca al lupo per una grande gara.

Saranno passati solo pochi giorni e, il 7 Ottobre , a Valencia andra'in scena l'assalto al record del mondo dei 10000m dell ugandese Joshua Cheptegei.Dopo il pazzesco crono sui 5000m a Montecarlo dove fece segnare il nuovo mondiale a 12.35 ,il campione africano ci riprova .

A questo link potete leggere una fantastica presentazione della prova redatta dal suo management (approfondiro' nei prossimi giorni alcuni aspetti organizzativi che hanno portato a fare il record proprio a Valencia) : sara'la consacrazione totale del campione ugandese? Se annunciano certe prestazioni, sono sicuro che lui e il suo staff abbiano le idee ben certe sulla condizione e su tutto il progetto.

Parlare di lepri e'ancora presto pure se qualche rumors comincia a girare; non si sanno nemmeno ancora voci su eventuali rivali per aumentare valore della gara.Se riprendete il link qui sopra citato e lo scorrete fino in fondo , potrete leggere una previsione tattica pazzesca: 13.07 al 5000m e 26.15 finale!!! Voi cosa ne pensate? Vista la regolarita'a Monaco di Cheptegei , nulla si puó'escludere a sto punto..

Arriveremo poi poco dopo la meta'di Ottobre e in Polonia a Gdynia, andranno in scena i mondiali di mezza maratona dove sara' una battaglia stellare tra tanti galli nel pollaio.

Uganda sara'probabile faro con i debutti fantastici sulla distanza di Cheptegei e Kiplimo : lecito chiederci dove possano arrivare gia' al debutto sui 21097 questi due talenti. Annunciato al via per il Kenya anche quel Kibiwott Kandie che abbiamo gia visto vincere in febbraio la RAK in 58.58 e migliorarsi poche settimane fa a Praga scendendo a 58.37.

Come riporta il sito americano LETSRUN.COM Geoffrey Kamworor non sara'al via dei mondiali essendo ancora in via di recupero dopo l infortunio (sensazione mia che questo torna cmq in gara entro fine del 2020 ). Nello stesso articolo viene anche raccontato come vi siano voci insistenti su una presenza ai mondiali di mezza anche di Jakob Ingebtritsen : parlano di divertimento ma , avendolo visto correre 27.57 su strada lo scorso anno...anche se si diverte fa meno di 61?? che ne pensate?

Ci sono altre voci su partenti di spicco ma vedremo prossimamente.Intanto parte anche qui il primo in bocca al lupo al top azzurro di turno Eyob Faniel.


Eppur qualcosa si muove..


ALBERTO STRETTI



Commenti