LA CORSA CAMPESTRE ITALICA DOPO IL COVID: ALCUNE CONSIDERAZIONI



IL COVID ha reso molto difficile tutto il 2020 per la nostra amata atletica e , previsioni alla mano , penso sia il caso di ragionare gia' a lungo termine affrontando in breve alcune tematiche inerenti la corsa campestre nazionale.

Ci eravamo lasciati con l' annullamento della Festa del Cross , ovvero cds e campionati nazionali individuali e, pochi mesi, e sara' gia' il momento di pensare ai prossimi campionati europei di cross in programma in terra irlandese a Dicembre.

Perche'non assegnare il titolo individuale vacante 2020 in una prova unica di qualificazione valida al tempo stesso come Trials nazionali per gli eurocross??

Posizionando questo neonato evento cross autunnale due settimane prima del grande evento continentale ,potrebbe avere un senso logico e di programmazione a mio avviso. Altri cross nazionali antecedenti questo, potrebbero essere utili agli atleti per far trovare il ritmo gara mentre i nostri migliori potrebbero cercare vetrina nei primi importanti appuntamenti in terra spagnola nel mese di Novembre.

Il cross sta andando verso una maggiore attenzione per i campionati europei nel mese di dicembre e questo impone alcune scelte di programmazione importanti e innovative.

I campionati nazionali individuali andrebbero spostati nell' autunno lasciando i societari nei primi mesi dell'anno nuovo.

Nascerebbbero poi tanti spunti per una revisione generale della specialita' a livello nazionale ma questo pensa sia argomento di una analisi piu'profonda che spetta agli addetti ai lavori.

Commenti