lunedì 4 novembre 2013

#INGNYCM : day after!! CONFRONTO TRA I TOP ATLETI

Mi pare interessante fare alcune osservazioni in merito ai dati che appaiono analizzando i passaggi miglio dopo miglio per alcuni degli atleti di vertice,includendo nel confronto anche i nostri due importanti atleti azzurri Valeria Straneo e Daniele Meucci.

GARA FEMMINILE:



Questa la classifica finale delle prime cinque classificate alla #INGNYCM: prenderò in considerazione Priscah Jeptoo,Buzunesh Deba e Valeria Straneo.


BUZUNESH DEBA:

Ci possiamo rendere conto di come la fuga a lunga gittata della etiope Buzunesh Deba abbia avuto un trend assolutamente costante ad altissimo livello con una punta massima al 10imo miglio e al 12esimo miglio ma mantenendo poi un andamento omogeneo per tutto l'arco della gara.Una lieve flessione nel corso dell ultimo miglior che però non le rovina la media regolare sempre tra i 5.30 e i 5.40 ogni miglio.Cosciente quindi della sua forma ha rischiato dall'inizio ed è stata ripagata con un prezioso argento nella sua NewYork,


Il dettaglio dei singoli passaggi mostra ulteriormente quanto sia stata regolare l'atleta etiope...un orologio

VALERIA STRANEO:

La prova di Valeria Straneo,seppur non sul podio,rileggendo i numeri,ci pare una prova piu che positiva.Lontana forse dalle posizioni di vertice per una tattica forse troppo attendista all'inizio e dalla stanchezza derivante dai mondiali di Mosca.
Salvo un piccolo rallentamento alla mezza,la gara della azzurra mostra un trend sempre in crescita senza nessun calo raggiungendo la velocità maggiore proprio nell'ultima parte di gara quando infuriava la lotta con le avversarie per la posizione.Le due mezze in 1h16.01/1h12.21.

PRISCAH JEPTOO:


Il 16esimo miglio segna la svolta della gara per la keniana che piazza un primo cambio creando in 1609,32m un gap immediato di 13sec sulle compagne di gara fino a quel momento che sale a 30sec al miglio successivo e 61sec al 30esimo km.Ha corso un parziale tra il 25km e il 30km in 15.49.
Gli ultimi 2195m li percorre in 7.13
Lascia senza parole il confronto tra le due mezzemaratone 1h16/69'07.


GARA MASCHILE:




Per la gara maschile prendo in considerazione invece Geoffrey Mutai,Tsegaye Kebede,Stanley Biwott e Daniele Meucci.



GEOFFREY MUTAI:

Passaggi alla mezza in 65:06 e 63:18 testimoniano come fosse il piu forte ieri ,e senza esagerare.Visto spesso scalpitare pur di allungare ed andarsene.Corre tutta la gara sempre sotto i 4'58 al miglio e scendendo mediamente sotto i 4'55 al miglio nelle ultime 5miglia.


TSEGAYE KEBEDE:


Per l'etiope va sottolineato come dal 18esimo miglio all'arrivo abbia sempre corso a 4'56 al miglio senza mai sbagliare nemmeno di un secondo.Quando subisce allungo dei primi due,si dimostra quindi con i numeri come abbia preferito non seguirli e proseguire saggiamente col suo ritmo risalendo poi al secondo posto finale.

STANLEY BIWOTT:


Ultime due miglia assai lunghe e difficili per questo atleta molto promettente.Un peccato di gioventù gli ha precluso un risultato importante volendo rispondere alla micidiale accelerazione di Mutai.Un tempo di 8'11 negli ultimi 2195m dice purtroppo come la crisi lo abbia assalito.


DANIELE MEUCCI:


Una buona prova di debutto per l'azzurro che mostra un piglio tattico notevole.Una flessione di ritmo nella seconda parte di gara lo ha un po penalizzato; per quello che pare essere stato il suo vero debutto in maratona  una prestazione interessante visto anche la regolarità sul miglio a 5.03 nell'ultima parte di gara mai sbagliando un passaggio.