giovedì 21 marzo 2013

Stramilano 2013: dal Kenya due maratoneti Run2gether per il diritto alla salute per tutti!






Due  kenyani della squadra Run2gether, porteranno i colori della storica ONG italiana Medici con l’Africa CUAMM alla mezza maratona del 24 marzo.


Geoffrey Ngugi e Lucy Murigi, atleti kenyani di livello assoluto, portacolori della squadra austriaca Run2gether, correranno la prossima Stramilano a favore di “Medici con l’Africa CUAMM” all’interno del progetto “Run for Africa, Run with Africa” promosso dal gruppo di appoggio di Varese della storica ONG patavina, per affermare il diritto alla salute per tutti, in particolare nei paesi dell’Africa Subsahariana.


Ngugi, 28 anni, sfreccerà per i 21.097 metri della gara sul filo dei 2 minuti e 50 secondi al chilometro anche per riscattare lo sfortunato episodio accaduto nel 2011. Dopo esserci classificato all’8° posto, infatti, a causa di un disguido perse contatto con il suo accompagnatore italiano al termine della gara vivendo 25 ore di pura follia! Dell’incresciosa vicenda ne parlò anche il Corriere della Sera . “Sono contento di venire ancora in Italia ed orgoglioso di correre per questo progetto che unisce la solidarietà e lo sport. Spero di onorare questa iniziativa con un risultato importante … come minimo il mio personale!” Non vuole essere da meno la sua compagna di squadra Lucy, 27 anni, e già vincitrice delle mezza maratone di Bratislava e Pistoia e di numerose gare di corsa in montagna.

Entrambi gli atleti fanno parte di Run2gether, un interessante esempio di gemellaggio tra appassionati di sport avviato nel 2007 dal campione austriaco di orienteering Thomas Krejci. L’iniziativa si è sviluppata attorno all’idea che fosse possibile un modo “diverso” di gestire la relazione tra atleti africani e manager europei. Anziché una relazione di “puro” business, una relazione di amicizia e partnership “equa e solidale”, che offre ai ragazzi in Kenya la possibilità di confrontarsi con lo sport ad alto livello evitando lo sfruttamento e l’ottica di breve periodo che spesso caratterizza i rapporti con i procuratori.

Run2gether è una vera e propria impresa sociale che consente a giovani atleti emergenti di competere a livello internazionale, offrendo allo stesso tempo ad appassionati e turisti europei la possibilità di condividere da vicino la vita e le modalità di allenamento dei kenyani. Presso il nuovo centro di allenamento di Kiambogo (70 km da Nairobi) è possibile allenarsi insieme ai kenyani all’alba, fruire dei loro diretti consigli di allenamento, gustare i cibi tipici da loro preparati e, più in generale, visitare il Kenya con un serio percorso di turismo responsabile. Alcuni atleti hanno infatti il diploma da guida turistica e accompagnano gli ospiti interessati ad effettuare safari nei numerosi parchi nazionali o a sperimentare le nevi equatoriali (Monte Kenya, Kilimangiaro). In alternativa, si può soggiornare con gli atleti nei mesi estivi a Helbalm, splendida località sulle Alpi Austriache, dove la squadra fa base tra una gara e l’altra per l’Europa.

Proprio per rafforzare la sua vocazione sociale quest’anno Run2gether ha aperto una scuola materna per 40 bambini orfani della zona. Qual è la particolarità rispetto ad un tradizionale sostegno a distanza? Ogni bambino è gemellato ad un atleta che di fatto è il suo “sponsor” sia contribuendo con una percentuale delle sue vittorie  sia in termini di ricerca di sostenitori in Europa.

I progetti per il futuro sono assai ambiziosi. Tra questi, la dotazione di pannelli solari per il campo, l’autosufficienza alimentare con una fattoria ecosostenibile e l’apertura di una pista di atletica accessibile a tutte le scuole della zona.

Il sostegno  al progetto di Medici con l’Africa CUAMM Varese rivolto alla donazione di protesi per far camminare e correre giovani amputati africani che saranno presenti alla Stramilano e alla Milano City Marathon del prossimo 7 aprile si inserisce così all’interno della grande attenzione per il binomio sport-sociale che caratterizza Run2gether.

Domenica 24 scopriremo se il binomio, di assoluto valore sociale, avrà  un altrettanto valore sportivo primeggiando sul prestigioso traguardo dell’Arena Civica!

Per contribuire al progetto “Run for Africa, Run with Africa”:



Profili degli atleti

Geoffrey Kanyanjua Ngugi
Dopo una brillante stagione primaverile 2012 nelle corse su strada (3° alla Media Blenio dietro i medagliati olimpici Soi e Longosiwa) ha esordito lo scorso ottobre in maratona arrivando 2° a Graz. Atleta riservato, sposato e padre di due bambini, parla correttamente giapponese avendo vissuto e studiato nel paese del Sol Levante per tre anni. E' appassionato di nuove tecnologie.
Primati personali: 10km 28'17" (2012) - mezza 1:01'18" (2011) - maratona 2:12'17" (2012)

Lucy Wambui Murigi
Specialista delle corse medie su strada (nel 2011 ha vinto, tra l'altro, la mezza di Pistoia e di Bratislava realizzando in entrambi i casi il record del percorso) e della corsa in montagna (vincitrice della Grossglockner Berglauf 2012). Si riconosce facilmente in gara perchè ama acconciarsi con estension di lunghi capelli lisci.
Primati personali: 10km 32'48" (2011) - mezza 1:11'51" (2011) - maratona 2:40'14" (2012)